Scegliere un buon elettrodomestico: perché è importante la classe energetica

I consumi elettrici

Gli elettrodomestici a Roma che hanno una classe energetica A o meglio ancora superiore come A+ o A++ sono quelli che forse costano di più all’inizio ma permettono un enorme risparmio nel tempo poiché consumano poca energia elettrica. I prodotti che hanno classe energetica inferiore consumano di più e non sono efficienti da questo punto di vista. Questo vuol dire che grazie a questi elettrodomestici, la bolletta che viene recapitata a casa è molto bassa, inferiore a prima. Consumare meno non è solo una questione economica ma anche ecologica perché l’energia viene maggiormente prodotta grazie ai carboni fossili che creano un inquinamento davvero pesante per l’ambiente naturale.

La richiesta di corrente

È importantissimo scegliere elettrodomestici a Roma che abbiamo una buona classe energetica altrimenti diventa impossibile usarli. Se gli apparecchi richiedono una quantità eccessiva di elettricità, non possono essere accessi tuti insieme altrimenti il contatore della luce salta. Certo. Si può chiedere di ricevere un voltaggio superiore al quello standard ma si deve anche pagare di più. Ogni volta che si vuole accendere il forno non si potrà far partire la lavastoviglie o la lavatrice. Quando è richiesto l’uso di un elettrodomestico un po’ potente si deve controllare che non ci sia null’altro di potente accesso altrimenti il contatore salta e tocca andare giù in cantina a riattivarlo. Si deve tenere presente che il frigo è sempre attaccato e perciò già quello deve esser per forza di categoria A o superiore, senza contare chi ha anche una cella freezer, anch’essa sempre collegata.

Le detrazioni fiscali

Si può detrarre la spesa sostenuta per l’acquisto degli elettrodomestici a Roma per intero solo se questi hanno una classe energica A+, A per i forni. Solo se gli apparecchi acquistati hanno queste caratteristiche si possono detrarre in seguito all’avvio di lavori di ristrutturazione edilizia o di manutenzione straordinari. Gli elettrodomestici che rispettano i parametri sanciti della legge possono anche rientrare nel bonus di 10.000 euro per l’acquisto di mobili.