Una guida breve (ed essenziale) al noleggio di articoli sanitari

Sono tante le occasioni in cui, perché ci si deve prendere cura di un familiare ammalato o perché ci si trova personalmente in una condizione di deficit fisico, si può aver bisogno di utilizzare dispositivi medici come sedie a rotelle, dembulatori, letti per lungodegenze, eccetera. Non sempre comprarli è una scelta conveniente dal momento che possono costare anche svariate centinaia (se non migliaia!) di euro e che, soprattutto, nelle migliori delle ipotesi il loro è un utilizzo solo temporaneo. Né il sistema sanitario nazionale prevede in ogni caso la fornitura all’ammalato. Una delle soluzioni più comode può risultare, allora, il noleggio di articoli sanitari: in quasi tutte le città esistono, ormai, centri ad hoc che se ne occupano o, se così non dovesse essere, una delle alternative migliori è rappresentata dalle tante farmacie che hanno inserito anche questo tra i servizi che offrono ai loro clienti.

Noleggio di articoli sanitari: quello che c’è da sapere

Prima di procedere con il noleggio di articoli sanitari, però, ci sono delle importanti valutazioni da fare.

  • Il costo è, senza dubbio, una di queste: la maggior parte di soggetti che noleggiano articoli medici prevede una fee, un costo fisso mensile. In occasioni particolari, per i dispositivi ortopedici soprattutto che possono dover essere indossati per periodi inferiori, sono previste però anche formule più brevi e con costi ovviamente minori. Spesso rivolgersi alla propria farmacia di fiducia è, comunque, la scelta migliore anche in casi come questi: non è raro infatti che siano previste combinazioni speciali se insieme ai dispositivi in questione si acquistino farmaci, eccetera.
  • La qualità degli articoli. È un fattore, per certi versi, strettamente connesso alla spesa che si è disposti a sostenere: com’è facile immaginare infatti anche in campo medico-sanitario operano ormai molte aziende diverse, con cataloghi diversi e che offrono ovviamente un diverso rapporto qualità – prezzo. In qualche caso, rivolgersi alla propria farmacia o al centro di fiducia può essere una garanzia: solo in questo caso si può essere certi, infatti, che si abbia a che fare con fornitori affidabili e, di conseguenza, con prodotti di qualità appunto.
  • La convenienza, a livello logistico, della soluzione. Se si ricorre al noleggio di articoli sanitari si è, con ogni probabilità, in una situazione di emergenza: è facile immaginare, allora, che in un momento simile si stia cercando la soluzione più comoda, quella che includa il trasporto per esempio nel caso in cui si tratti di dispositivi ingombranti (come letti o macchinari per le terapie) o quella che non obblighi il paziente a preoccuparsi di un suo eventuale smaltimento. Chi si occupi di noleggio di oggetti di questo tipo non può certo non tenerne conto.
  • L’assistenza può essere, infine, una discriminante tutt’altro che secondaria: avere qualcuno, esperto o con una certa pratica in materia, che sia in grado di fornire tutti i consigli utili per l’utilizzo dei dispositivi o degli articoli medici o che si occupi, al bisogno, della loro manutenzione e revisione può risultare provvidenziale per l’ammalato e chi se ne prende cura.